Questo BLOG NON
rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non è pertanto da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

mercoledì 24 ottobre 2012

PRIMO GIORNO DI SCUOLA



Lo è stato per me, oggi. Il primo giorno di scuola del nuovo anno.
Sono entrata nella 1^G (stamattina) e poi nella 1^F (pomeriggio) per la prima volta, emozionata.
Sì, perché è sempre un esame, è sempre una questione di vita o di morte.
Se riesco a convincere quelle 22 + 12 testoline che sarò capace di dar loro qualcosa di buono, allora è fatta.
Non ho mai fallito fino ad ora. Ma la cosa non mi fa spavalda, tutt'altro.
Entro, saluto, li guardo.
Vedo qualche sguardo sorpreso, qualche mezzo sorriso.
Parlo di me, del mio mestiere, del perché sono lì con loro.
Mi scappano sempre un paio di battute, vado a ruota libera, i discorsi preparati non servono.
Li rassicuro sul fatto che non sono obbligati a scrivere, ma che se lavoriamo bene insieme poi sarà bello poter scrivere qualcosa, insieme.
Non sono convintissimi, ma decidono che mi possono dare una chance.
Mi basta.
Due ore volano, tra le storie, nella mia/nostra NEVERLAND... suona la campanella e mi guardano sorpresi: è finita?!
Sì, ci possiamo vedere tra un paio di settimane, che ne dite?
Certo! Sì!
Ok, patto suggellato: inizia una nuova avventura, una nuova sfida, un nuovo modo per continuare ad amare quello che sto facendo, quello che ho scelto di fare per vivere.
Vivere al meglio, con passione.

A presto folks!

b-

2 commenti:

  1. se è vero che "la storia siamo noi..." tanto piu le STORIE siamo noi ....LA VITA con tutti isuoi casini ....è comunque UNA BELLASTORIA :-)))Jumpy

    RispondiElimina